Nel rapporto annuale, stilato alla fine del 2011, i team delle Nazioni Unite impegnate nei Territori Occupati avevano già previsto che in questi anni la popolazione Palestinese nella striscia di Gaza, avrebbe raggiunto quota 2.100.000 abitanti.
In un’area ad altissima densità abitativa, di fatto isolata dal resto del mondo dal 2005, ciò comporta una condizione di estrema difficoltà che a breve rischia di tradursi in una situazione di invivibilità insostenibile, con esiti irreversibili.

Nonostante le enormi difficoltà, le famiglie di Gaza trovano il modo di arrangiarsi per sopravvivere.

Le dramatiche condizioni della striscia di Gaza confermano l’esigenza delle azioni della coalizione internazionale della Freedom Flotilla, volte a richiamare l’attenzione internazionale su tale situazione.
Siamo decisi a ripartire nuovamente nella primavera del 2020: salperemo nuovamente per sfidare l’illegale e disumano blocco israeliano imposto da 12 anni ad una popolazione di cui oltre la metà è rappresentata da bambini.

I partner della Coalizione della Freedom Flotilla si stanno mobilitando in ogni parte del mondo, chiamando le persone sensibili ai diritti umani al supporto della causa palestinese, per portare alla ribalta la situazione dei Territori Occupati e della striscia di Gaza.
Girarsi dall’altra parte non ci assolve: siamo tutti coinvolti.

IL POPOLO DI GAZA NON SI ARRENDE: NON LASCIAMOLI SOLI
CI SONO 1,4 MILIONI DI GIOVANI A GAZA CHE MERITANO UN FUTURO MIGLIORE

In tutto il mondo i partner di Freedom Flotilla, assieme ad altre realtà, stanno organizzando eventi locali per raccogliere contributi al fine di realizzare la nostra missione e supportare il popolo palestinese.
Partecipa anche tu alla missione della Flotilla. Puoi contribuire in molteplici modi.

Per i bambini di Gaza e per il rispetto dei diritti umani,
navigheremo di nuovo fino a quando la Palestina non sarà libera.