La FREEDOM FLOTILLA ITALIA e i sottoscrittori dell’appello ai sindaci di Palermo e Bologna, manifestano grande soddisfazione per la decisione assunta dal Prof. Leoluca Orlando e dal Dr. Virginio Merola di non confermare la propria partecipazione al Mayors Summit Against Anti-Semitism che si terrà il 16 marzo 2021.
Abbiamo ritenuto che la loro partecipazione, potesse essere strumentalizzata dalla organizzazione del Summit, per legittimare le azioni repressive dello stato d’Israele, e contribuire alla approvazione della definizione fuorviante dell’antisemitismo adottata dall’IHRA, criminalizzando ogni sforzo diffuso per i diritti umani e per la lotta del popolo palestinese.
La nostra visione, condivisa dai sindaci delle due città, che condanna ogni forma di razzismo, xenofobia ed antisemitismo, non può essere utilizzata per offuscare la lotta per la liberazione del popolo palestinese, e per l’ottenimento dei propri diritti riconosciuti dagli organismi internazionali, motivo per cui il nostro appello, manifestava forte preoccupazione per l’ennesimo subdolo tentativo da parte delle autorità israeliane di far adottare la definizione elaborata dall’IHRA di antisemitismo, la famigerata equazione “Critiche a Israele = Antisemitismo”, con l’obiettivo propagandistico di intimidire, ostacolare e minacciare tutte le attività di quanti si battono per la tutela dei diritti umani al fianco del popolo palestinese, anche in forme pacifiche. Da rilevare, in questo senso, anche l’ultimo attacco portato dal premier Netanyahu contro la Corte penale internazionale del Tribunale dell’Aia (TPI) e il suo Procuratore capo Fatou Bensouda, che sta indagando sui crimini contro l’umanità commessi a Gaza e in Cisgiordania (inclusa Gerusalemme est), tacciandola di antisemitismo.
@Leoluca OrlandoSindaco  @virginiomerolasindaco