Palermo, 15 novembre 2019

COALIZIONE INTERNAZIONALE FREEDOM FLOTILLA
COORDINAMENTO PER L’ITALIA

Freedom Flotilla Italia, esprime profondo disappunto per le contestazioni sollevate dalla Comunità Ebraica di Napoli in relazione alla nomina ad assessore alla cultura della consigliera Eleonora De Majo.

Il nostro rammarico è oggi ancora più profondo, data la politica di stampo sionista che l’attuale governo israeliano continua a perseguire da tempo, con atrocità indescrivibile, provocando quotidiano sterminio della popolazione palestinese nella striscia di Gaza, e soffocando drasticamente i più elementari diritti delle persone in tutto il Territorio Occupato di Palestina.
Le pratiche vessatorie dello Stato di Israele rievocano macabri scenari del secolo scorso, e sono motivo, per chi giornalmente si impegna per i diritti umani, per ripudiare con ogni mezzo non violento tali politiche, chiedendo che cessi immediatamente ogni azione criminale compiuta dallo Stato di Israele.

Ci dispiace constatare come, nei comunicati della comunità ebraica, che giustamente esprime indignazione quando le vittime sono gli ebrei, come recentemente è avvenuto in Italia ad opera di gruppi neonazisti, non vi sia equivalente attenzione nei confronti di chi quotidianamente viene oppresso, e indignazione nei confronti di coloro che quotidianamente calpestano i più elementari diritti umani.

Esprimiamo sostegno e solidarietà al Sindaco di Napoli, dr. De Magistris, e alla consigliera Eleonora de Majo, partigiana della libertà.

   CI APPELLIAMO A TUTTE E A TUTTI AFFINCHÉ VENGANO POSTE IN ESSERE AZIONI FINALIZZATE A SOLLECITARE UNA CONDANNA INEQUIVOCABILE DEI CRIMINI COMPIUTI DA ISRAELE